Treviso : non ancora catII

Go down

Treviso : non ancora catII

Post by atoutprix on Sun 14 Oct 2012 - 17:21

http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2012/10/09/news/aerei-fermi-con-la-nebbia-perche-manca-una-firma-1.5834608

Aeroporto «Canova»: continua a bastare un po’ di nebbia per bloccare atterraggi e partenze.
E i voli continueranno a saltare, sempre causa nebbia, per colpa di una firma mancante su un pezzo di carta. Ossia per colpa della solita burocrazia.

E tutto questo nonostante lo scalo sia dotato, ormai da tre anni, dei necessari dispositivi per garantire il traffico aereo in (quasi) tutte le condizioni meteorologiche, ossia il passaggio dalla prima categoria (voli con nebbia permessi solo con visibilità minima orizzontale di 600 metri) alla seconda categoria (visibilità a 350 metri). Mancava solo l’adeguamento della pista, per passare alla seconda categoria. E infatti nel 2011 si è messo in moto il cantiere, che ha portato alla chiusura dello scalo per mesi e alla spesa da parte di AerTre e Save di 16 milioni di euro. Scalo che ha riaperto i battenti nei primi giorni del dicembre 2011. Da oltre dieci mesi a questa parte, quindi, all’aeroporto «Canova» tutto è pronto per atterrare e decollare anche in presenza di nebbia. Però ogni volta che il cielo si vela, gli aerei non possono né decollare né atterrare: a paralizzare lo scalo è appunto una firma mancante. Solo una firma.

Quella dell’aeronautica militare: l’aeroporto di Treviso è infatti una struttura civile però il service provider (ossia il fornitore di servizi) è l’aereonautica militare. E quindi i due via libera per adottare la seconda categoria dovevano arrivare dall’Enac (ente nazionale di aviazione civile), che ha dato l’ok da tempo, e dall’aeronautica militare, che ha l’incartamento da mesi. Ma non firma.

Ma non si tratta dell’unica anomalia del «Canova»: oltre al blocco della seconda categoria, a fine maggio è pure scaduta la concessione ventennale per la gestione dello scalo. E quella nuova, la quarantennale, accaparratasi dalla Save, che ha promesso 130 milioni di investimenti per i prossimi 40 anni, non è ancora stata data dal governo Monti. A rigor di logica, quindi, da giugno l’aeroporto di Treviso dovrebbe essere chiuso al traffico aereo. Eppure i voli continuano ad esserci (nebbia permettendo) perché siamo in Italia e quindi è scattata, tacitamente, la solita proroga inattesa grazie alla solita, fatidica legge speciale.
avatar
atoutprix
FR Moderator
FR Moderator

Number of posts : 2351
Location : Brussels, Belgium (nearest FR base : BRU)
Registration date : 2007-12-13

Back to top Go down

Back to top

- Similar topics

 
Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum